SEI IN > VIVERE GENOVA > CRONACA
articolo

Traffico di sostanze stupefacenti aggravato: eseguite 4 ordinanze di applicazione cautelare in carcere

2' di lettura
74

Nelle prime ore della mattinata di giovedì, militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Genova hanno eseguito un'ordinanza di applicazione della misura della custodia cautelare in carcere emessa dal Giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale di Genova, su richiesta della Procura della Repubblica — Direzione Distrettuale Antimafia e Antiterrorismo, nei confronti di 4 persone, gravemente indiziate della illegale importazione nel territorio nazionale, in data 7 febbraio 2022, di circa 435 Kg di cocaina custoditi in un container contenente caffè trasportato a bordo di una nave proveniente da Rio de Janeiro (Brasile).

In quella data era stato tratto in arresto l'indagato Fabio PAPA, lavoratore portuale, che, dopo aver rotto i sigilli del container era stato sorpreso mentre prelevava dall'interno dello stesso 14 borsoni contenenti cocaina. A seguito dell'arresto Fabio PAPA era stato condannato a 10 anni di reclusione. Nel corso della prosecuzione delle indagini condotte dal G.I.C.O. del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Genova con il supporto del Servizio Centrale di Investigazione sulla Criminalità Organizzata (SCICO) della Guardia di Finanza, si accertava che le persone arrestate in data odierna Alberto PINTO, Natale GIULIANO e Rocco LAZZARO, lavoratori portuali a Genova (i primi due già in servizio presso il porto di Gioia Tauro), concorrevano con Fabio PAPA nell'organizzazione della fase di recupero del carico di droga.

A tal fine GIULIANO, LAZZARO e PAPA effettuavano sopralluoghi preliminari nei giorni precedenti l'arrivo della M/N che trasportava il carico di cocaina. GIULIANO, nella notte tra il 6 e il 7 febbraio dava disposizioni a Fabio PAPA per mezzo di un apparecchio cellulare che gli aveva appositamente consegnato e che veniva esclusivamente utilizzato per le comunicazioni relative all'operazione.

La quarta persona arrestata, Massimo MALINCONICO, dipendente della Compagnia Unica Lavoratori Merci Varie, che era presente nell'area portuale la sera del 6 febbraio 2022, in previsione di un'ispezione doganale, utilizzava con Fabio PAPA un semovente e un mezzo di trasporto portuale, con i quali spostava il container al cui interno era custodito lo stupefacente, dall'area in cui era stato collocato in un altro luogo, più appartato e non coperto dalle telecamere di sorveglianza, per consentire al PAPA di procedere alla sua apertura e al recupero del carico.

L’individuazione dei correi di Fabio Papa (Pinto, Giuliano, Lazzaro Malinconico) è avvenuta attraverso operazioni di intercettazione ed attività di osservazione e controllo.

Contestualmente alla misura cautelare della custodia cautelare in carcere, la Guardia di Finanza sta dando esecuzione a perquisizioni delegate dalla Direzione Distrettuale Antimafia e Antiterrorismo di Genova nel capoluogo ligure, a Roma e in provincia di Reggio Calabria.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Facebook e Telegram di Vivere Genova .
Per Facebook Clicca QUI per trovare la pagina.
Per Telegram cerca il canale @viveregenova o Clicca QUI.


Questo è un articolo pubblicato il 02-02-2023 alle 10:49 sul giornale del 03 febbraio 2023 - 74 letture






qrcode